Esame di digital marketing 2021 – Turin Adventure Camp

Modalità di invio:

Lo studente dovrà produrre una documentazione scritta (Word, page,  Pdf..) con tutta l’analisi del progetto e le relative immagini allegate. Facoltativo l’invio a parte delle immagini della landing page e del post per Facebook.

Inviare il documento con il vostro nome e il vostro cognome entro lunedì 14 giugno, all’indirizzo fabio.zanchetta@unito.it 

 

Turin Adventure Camp

Il parco avventura nella collina torinese da promuovere attraverso strategie SEO e SEA + Landing Page per la prenotazione

Esempi:

http://www.p3q.it/

http://www.antharesworld.com/Anthares_World_parco_avventura/Default.aspx#

Brief 

A Torino è stato aperto un nuovo Parco Avventura in collina pensato per bambini e ragazzi. A differenza di altri camp puramente votati al divertimento, Turin Adventure concentra le proprie attività attorno alla didattica, all’apprendimento e alla divulgazione scientifica, per questa ragione è particolarmente adatto alle comitive scolastiche (o di estate ragazzi).

Nel camp sono possibili tre percorsi:

bimbi piccoli 2-5 con percorsi avventura, apicoltura e giro nella fattoria

bambini 6 – 11 con percorso avventura, ponti, carrucole, labirinto, apicoltura e giro in fattoria

ragazzini 12-17 con percorso avventura, ponti, carrucole e mini via ferrata

Tutto con un tutor che nel frattempo fa divulgazione intorno agli aspetti naturalistici del bosco, della fauna, della flora ecc..

Una parte dei proventi viene reinvestita per tutelare il bosco collinare.

 

Obiettivo di comunicazione e marketing:

1 Lancio del brand Turin Adventure Camp (lavoro di posizionamento secondo i valori del brand)

2 Coinvolgimento degli utenti in ambito digital

3 Acquistare ingressi, in particolare in formato comitiva (scuole ed estate ragazzi). Questo in particolare sarà l’obiettivo su cui concentrare il vostro lavoro.

 

Il brand: una piccola società di Torino composta da naturalisti e imprenditori senza una storia alle spalle

Target: famigli con bambini, scuole, estate ragazzi

Barriere: ci sono già diversi campi avventura che offrono servizi simili nelle vicinanze

Punti di forza: quasi tutta la concorrenza offre servizi puramente ludici, pochi sfruttano gli strumenti di comunicazione e marketing digitale

Promessa: ti diverti a tutte le età della giovinezza con percorsi pensati per te e intanto impari a conoscere la natura che ti sta accanto

Tone of voice: eco-friendly, fun-friendly, per famiglie con un tocco di autorevolezza in ambito scientifico

 

Cosa deve fare lo studente?

Lo studente dovrà consegnare dei file di un wireframe e un documento allegato con la strategia SEO e SEA. Nella fattispecie:

1 Disegnare l’interfaccia a livello WIREFRAME (usare il software che si predilige) di una landing page pensata come pagina di atterraggio per una campagna creativa (inserzioni social e banner SEA) per la vendita dei biglietti (pensando ai tre percorsi e al singolo/comitiva) di ingresso al campo avventura. Va bene pensare ad una o più pagine (es. landing + thank you page). La campagna creativa non è richiesta!

2 Scrivere tutto il testo della Landing Page in ottica SEO  e definire bene i diversi tag (title, h1, h2, paragraph..). Consiglio: rimanere sui 2000-2500 caratteri (form e pulsanti a parte). Il testo deve essere presente sia nel wireframe che in una documentazione (file PDF/DOC/PAGES/RTF) allegata . Nella documentazione allegata aggiungere i TAG a fianco del testo. 

3 Definire una strategia SEO di keywords utilizzando i diversi tool in circolazione (Ubersuggset, Google Ads, ecc..) spiegando nella documentazione allegata su quali keyword puntare – minimo 5 massimo 12 keywords – e perché (indicare i parametri utilizzati per la scelta), in particolare: 1-2 Keyword principale, da 2 a 6 keywords secondarie, da 1 a 4 keywords coda lunga.

4 Elaborare uno finto snippet Google della Landing Page (esempio con questo generatore online: https://app.sistrix.com/it/serp-snippet-generator ) con url, titolo, meta ed eventuali rich snippet

5 Elaborare due inserzioni (vedi esempio qui sotto) per due ipotetici diversi gruppi di inserzioni per la rete search con Google ads  (generatore online se non si vuole utilizzare Google Ads: https://www.karooya.com/expanded-text-ad-preview-tool) con almeno un’estensione + una documentazione allegata con l’analisi delle due inserzioni e dei due diversi gruppi di inserzioni (es. gruppo famiglie e scuole) con relative parole chiave che attivano le inserzioni (massimo 6 per gruppo di annunci). L’url di arrivo è chiaramente quello della landing.

 

 

SEO – Status Code HTTP

Nella SEO è fondamentale la conoscenza dei codici di stato http, più comunemente chiamati status code, delle pagine Web.

Brevemente si tratta di messaggi che i web server inviano al client in risposta a una richiesta, sono codici numerici a tre cifre divisi in tre grandi famiglie: 2xx, 3xx, 4xx, 5xx.

Sono importanti perché sono indicatori dello “stato di salute” delle nostre pagine.

Vediamo quelli principali.

Codici Status 2xx e Errori 2xx

200- OK: La risposta standard HTTP per le richieste HTTP andate a buon fine. In altre parole, il webserver risponderà “200” quando il contenuto richiesto è stato caricato con successo.

Questo è lo stato di normalità. Quando si ricevono altri status code, potrebbero esserci delle anomalie.

 

202- Accettato: Il server ha accettato la vostra richiesta e si accinge ad elaborarla.

206- Contenuto Parziale: viene consegnato solo il contenuto parziale a causa dell’header range inviato da un client come wget.

 

Errori 3xx- Risposta di Reindirizzamento

301- Spostata Permanentemente: La pagina richiesta è stata sposata definitivamente in una nuova posizione. Questo indica al bot del motore di ricerca di scansionare la nuova posizione.

302- Spostata Momentaneamente: La pagina richiesta si trova in una posizione diversa dovuta ad un accordo temporaneo. Questo indica al bot del motore di ricerca di scansionare la posizione iniziale.

305- Utilizzare Proxy: La risorsa richiesta è disponibile solo tramite un Proxy, ciò significa che è necessario utilizzare un Proxy adeguato per ottenere con successo la pagina richiesta.

304- Non Modificato: Solitamente appare quando la pagina della cache viene caricata quando una risorsa non viene modificata.

 

Errori 4xx – Errori del client

400- Richiesta non Valida: Il server è confuso riguardo a ciò che è stato richiesto, probabilmente è dovuto ad una sintassi errata o al tentativo di includere caratteri in URI che il server non comprende.

401- Non Autorizzato: La pagina richiesta è protetta e richiede un’autenticazione. È necessario effettuare un login per poter accedere con successo alla pagina richiesta.

403- Vietato: Quando si tenta di accedere ad un contenuto senza il permesso richiesto. Non necessariamente la risorsa è protetta da una password, potrebbe anche succedere quando i permessi relativi ad un file o una cartella non consentono di visualizzare la pagina richiesta.

404- Non Trovato: Probabilmente è l’errore più diffuso. Quando la pagina richiesta non viene trovata sul server. Si sta tentando di accedere a qualcosa che non esiste.

405- Metodo non Consentito: Si sta cercando una pagina con il metodo sbagliato. Ad esempio, si sta utilizzando GET per POST Data, o si sta provando un metodo che è disabilitato, ad esempio: TRACE,PUT,DELETE.

408- Richiesta Scaduta: Il tempo utilizzato dal serve per la ricerca è scaduto.

411- Lunghezza necessaria: La tua richiesta non soddisfa la lunghezza del suo contenuto,che è necessaria alla risorsa richiesta.

 

Errori 5xx – Errori del Server

500- Errore Interno del Server: È un errore molto generico dovuto a vari motivi. In questo caso devono essere esaminati i Log per capire perché il server ha risposto in questo modo.

502 – Porta non Valida: Il server funge da porta o Proxy e riceve una risposta non valida da server sorgente come Tomcat, WebSphere.

503  – Servizio non Disponibile: Il server non può eseguire la richiesta. Questo può essere dovuto ad un server occupato o prossimo all’off-line.

 

Spero che ora abbiate un’idea più chiara sugli status code HTTP.

status-code-seo status-code-seo-2

 

Veniamo adesso alla parte pratica

Come trovare e vedere gli status code all’interno di una pagina (e le relative risorse?)

trovare-status-code

Per vedere gli status code generati dalla homepage di PianoWeb e delle relative risorse caricate, abbiamo utilizzato una funziona nativa di Chrome, il developer tool.

  • Per aprire il developer tool basta premere F12.
  • A questo punto bisogna cliccare su NETWORK e poi ricaricare o navigare verso la pagina del browser.
  • Si visualizzeranno quindi tutti gli status code ricevuti dal browser nel caricamento della pagina.

Come analizzare gli status code di un intero sito?

Il miglior strumento per analizzare interamente un sito Web è Screaming Frog. Il tool, con il proprio crawler, scandaglia il sito Web in maniera completa, considerando non solo gli status code delle pagine ma anche dei media e di tutti gli elementi che la popolano.

screaming-frog-status-code

Qualora non abbiate la possibilità di acquistarlo (la versione free è limitata ma funzionale per piccoli siti Web) potete utilizzare, a patto di possedere una sitemap, questa pagina web:

https://httpstatus.io/ – Consigliato!

Altrimenti potete installare un’estensione per Chrome chiamata Live HTTP Headers (ELIMINATA DALLO STORE).

http-request-live-httpheaders